Le mie cose sono troppe. Quale butti giù dalla torre? Nessuna.

Ma come faccio a farle tutte? Una alla volta.

4 giugno 2015

Da foto a fumetti (con tutorial)

Ci sono molti programmi che danno la possibilità di divertirsi con le foto, alcuni semplici e altri più elaborati, molti scaricabili, alcuni che permettono di lavorare online.

Per realizzare questo progetto ho utilizzato

00

Il programma in questione, qui in una versione già datata (a quanto mi risulta la versione più recente è la 13.0), può essere considerato una valida alternativa al più conosciuto Adobe Photoshop, usato da molti fotografi professionisti. Come probabilmente saprete Photoshop non è facile da usare, ha un sacco di funzioni che per i non addetti ai lavori sono assolutamente incomprensibili, ha un costo veramente elevato. Adobe Photoshop Elements, invece, è stato studiato appositamente per l’utente casalingo, quello che – come me – ogni tanto si cimenta in qualche ritocco semplice o che, come in questo caso, vuole semplicemente divertirsi un po’ senza farsi venire il mal di testa. Si può scaricare gratuitamente, nella sua versione più completa, il che di certo non guasta.

Io l’ho usato così.

Foto 1

Dopo aver individuato una foto del Pripi in posa insolita e piuttosto buffa (comprensiva di smorfia), ho aperto il mio bel programmino.

01

Modifica –> file –> apri –> ho selezionato la foto dalla cartella.

02

Strumento timbro clone –> ho ampliato il cappuccio fin quasi a coprire il viso.

03

Ho poi fatto una rapida ricerca su Google per trovare l’immagine di una spada laser usata dagli Jedi di Star Wars.

04

(fonte)

File –> inserisci –> ho inserito l’immagine della spada, che va a collocarsi sopra la foto di partenza

05

L’immagine inserita può essere ingrandita o ridotta a piacimento (trascinando i contorni), ruotata (tasto destro –> rotazione libera livello) e posizionata nel punto desiderato. Una volta soddisfatti è sufficiente dare l’ok, cliccando sopra il segno di spunta in verde.

06

Le possibilità di personalizzare la foto con filtri molto diversi fra loro è veramente elevata. Dopo alcune prove io ho scelto l’effetto poster.

Filtro –> artistico –> contorni poster –> ho regolato al massimo lo spessore e l’intensità del contorno, perché volevo alterare il più possibile l’immagine in modo da farla assomigliare ad un fumetto.

07

09

A questo punto non ho fatto altro che decorare la foto con una bella scritta, utilizzando la funzione strumento testo orizzontale.

Mi sono talmente divertita a giocare con questa fotografia, che mi sono buttata subito su un’altra, sempre del Pripi, in posa altrettanto divertente.

Foto 2

09

In questo secondo caso ho usato lo strumento lazo magnetico, con il quale ho messo in evidenza la zona da ritagliare, ritagliandola poi usando modifica –> taglia. L’immagine resta in sospeso negli appunti, anche se io ho preferito salvare questo passaggio nel formato .psd, visto che  ritagliare con il lazo magnetico non è sempre un’operazione rapida.

10

A questo punto mi serviva un’immagine degli Angry Birds Go, versione automobilistica del notissimo gioco. Non è stato proprio semplice trovare quello che volevo, perché mi serviva un’immagine in una precisa angolazione.

12

(fonte)

Ho creato un’immagine nuova con lo sfondo bianco: file –> nuovo –> file vuoto, alla quale ho dato la dimensione voluta, usando l’apposito riquadro (per comodità ho usato le stesse dimensioni delle fotografie scattate con la mia macchina fotografica).

image

Per colorare di bianco l’immagine ottenuta, si può usare lo strumento secchiello. Prima, però, bisogna definire il colore di sfondo (e/o di primo piano), selezionando il valore esadecimale dello stesso oppure il suo valore RGB. Basta cliccare  sui due riquadri a sinistra.

image

Procedendo come descritto per la foto 1, ho inserito l’immagine di Red sopra lo sfondo bianco.

image

image

Lo strumento timbro clone mi è servito per ampliare l’ombra della macchina e renderla più credibile.

image

Con lo strumento lazo magnetico ho eliminato la faccia di Red, procedendo come indicato sopra.

Mi sono servita di un utilissimo strumento gomma per eliminare le imperfezioni.

image

L’automobile era pronta per avere il suo pilota. Così, recuperando l’immagine del pargolo precedentemente salvata, l’ho collocata nel punto desiderato.

Con lo strumento timbro clone ho potuto ricostruire il cruscotto e dare ad esso una forma accettabile, nascondendo nel medesimo tempo la parte del corpo del Pripi che non serviva più (in pratica ho tagliato in due il pilota).

002b

Sempre con lo strumento gomma ho eliminato la parte dell’alettone dell’automobile.

Ho giocato con i colori, nelle modalità sopra descritte, ed ho colorato il casco di rosso, aggiungendo il tipico pennacchio di Red.

Con lo strumento pennello ho disegnato il volante e la maschera.

003b

Con una scritta ad hoc ed un nuovo filtro, diverso dal precedente (filtro –> effetto pixel –> colore mezzetinte), ho completato l’opera.

Due semplici cornici di plexiglas hanno permesso di incorniciare rapidamente le foto ottenute.

DSC_4525b

Non vi dico la felicità del Pripi nel vedersi trasformato nei suoi eroi preferiti. Basta veramente poco per rendere felice un bambino!

 

Questo post partecipa, per il rotto della cuffia, a

Squitty dentro l'armadio

il cui tema del mese è


banner_thumb1


18 commenti:

  1. Sai essere assolutamente sorprendente! Bellissime queste elaborazioni grafiche.... Braverrima comare ;-)
    Un abbraccio♡

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provaci anche tu! Crea una Princess animata, vedrai quanto si diverte!

      Elimina
  2. Geniale e divertente! Chissà com'è stato contento il Pripi quando si è rivisto in versione fumetto! Cmq anche disegnato si vede quanto vi somigliate!
    Per il rotto della cuffia...bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noti somiglianze? Davvero?
      Dillo ancora, che mi crogiolo!!!

      Elimina
  3. Ma che bravaaaaa... stupende questo foto!
    Io odiooo fotosiopppp... ma magari, visto che mi ci accompagni proprio per mano, potrei riprovarci, il tuo tutorial è chiarissimo. Chissà.
    Intanto, grazie mille!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di nulla. Vale la pena provare, tanto che hai da perdere?
      Io in queste cose vado sempre per tentativi.
      Vedrai che ti diverti un mondo!
      Ciao Beta.

      Elimina
  4. ma dai che bello........le adoro queste prodezze ma quanto al capirci quanlcosa ahahahah proverò con delle ripetizioni forzate .... grande Fede proprio una bella idea ... vai più veloce della luce ... giusi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, Giusi, non credere che io sia un'esperta.
      Però mi diverto a provare.
      Fallo pure tu.

      Elimina
  5. Ma che brava!!! Ti dirò, a me ste cose spazientiscono un po' :)
    Però tu sei stata bravissima!

    Maira

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sai, Maira, che io invece mi rilasso?
      Meglio delle parole incrociate!

      Elimina
  6. Risposte
    1. Ma, figurati, se ci sono riuscita io!!!
      Basta smanettare un po'!

      Elimina
  7. Ma che bella idea Federica!
    Anche a me piace molto "lavorare sulle foto". Ho adobe photoshop ma, come dici bene tu, lo trovo abbastanza complicato.
    Non conoscevo questa versione.
    Grazie per la dritta.
    Un abbraccione Maria

    RispondiElimina
  8. Che forti questi "giochi" digitali, simpaticissimo il risultato. =)
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto che forte? Sono quelle cose che faccio, quando ho voglia di stare al pc senza pensare troppo.

      Elimina