Le mie cose sono troppe. Quale butti giù dalla torre? Nessuna.

Ma come faccio a farle tutte? Una alla volta.

1 gennaio 2015

2014, fuori dai piedi? Evvaiiiiiiiiii

2014-2015 bordoIo al 2014 avevo pure dedicato un post con tanto di benvenuto e questo, dal mio modesto punto di vista, avrebbe dovuto anche significare qualcosa, ma – si sa – la gratitudine non é di questo mondo.

Avevo delle aspettative per il 2014, anche senza aver fatto programmi precisi, ma son ancor qui che aspetto.

Avevo una to do list di una certa entità e, caro 2014, non solo non é stata minimamente intaccata, si é di molto allungata. Il che mi fa pensare che questi tuoi dodici mesi siano passati davvero per nulla.

Un anno fa avevo fretta di scartarti, 2014, ma – ti dirò – era meglio lasciarti nella tua bella confezione, che non ci saremmo persi nulla.

Ero pure tranquilla, 365 giorni addietro, cosa assolutamente atipica … ah, ah, ah …  in pratica la quiete prima della tempesta. Mai fidarsi delle apparenze!

Certo quelle due cosette, che ti avevo chiesto, me le hai portate, ma scusami, potevi anche fare di meglio:

- di creatività ne è arrivata tanta, pure troppa in verità, ma questo genere di cose vanno incanalate, gestite, usate cum grano salis, sennò più che benessere portano scompiglio;

- noi tre siamo ancora qui, e meno male, ma paiamo usciti dalla centrifuga della lavatrice e, insomma, non era esattamente quello che avevo in testa.

Ma ti ringrazio comunque, e ti ringrazio davvero, perché lamentarsi di questo sarebbe un insulto, per chi queste cose se le sogna.

Tuttavia, appartenendo al genere umano, che per definizione ha la lamentela facile, ed essendo una, che ha una certa propensione a puntualizzare, direi che alcune precisazioni mi paiono necessarie, perché – te lo dico sinceramente - un paio di cose proprio non mi sono piaciute in questi lunghi tuoi, poco soddisfacenti, mesi.

Ti sei fregato l’estate e questa è davvero imperdonabile. Un anno senza estate, non è un anno, è un non-anno. E non occorre aggiungere altro.

È emerso il mio lato oscuro in tutto il suo splendore. E qui, invece, da dire c’è molto.

Chi mi conosce dovrebbe sapere ormai, che io non ho mezze misure: o è bianco o è nero, il grigio per me non esiste, non è mai esistito, vorrete mica che cominci ad esistere alla mia età? Mi pare un’utopia. Chi mi conosce dovrebbe altresì sapere che, se mi impegno, le cose io le faccio per bene. E non c’è alcun dubbio, che io mi sia impegnata: se io scelgo nero, sappiatelo, non è nero, nerino o neretto: è tenebra.

A me, in pratica, Dart Fener mi fa un baffo. Sappiate pure questo!

Dart Fenner

Non è sempre bello essere Dart Fener, lo è ancora meno sentirsi Dart Fener, ma a volte è questione di sopravvivenza, e io – nel 2014 – ho scelto me stessa. Liberamente, consapevolmente, non sempre felicemente. Però ho scelto. E non mi pento minimamente di averlo fatto.

Così come ho scelto, allo stesso modo ne ho pagato le conseguenze; le pago ancora. Ma io combatto per quello in cui credo, perché, anche se poi mi schianto, almeno ho combattuto.

In ogni caso, mondo ricorda, ogni Dart Fener ha il suo Darth Sidious. Dettaglio che non mi pare irrilevante, ma che viene troppo spesso dimenticato. E questo sempre per precisare.

Darth Sidius

Arrivo al punto, caro 2014, diciamo che il tuo essertene andato fuori dalle palle, è stato una vera liberazione.

Ed ora, new born 2015, tocca a te. Benvenuto, ma senza lustrini e senza pailettes, sennò magari ti allarghi.

Giusto due concetti semplici semplici, ché io sono per i patti chiari amicizia lunga.

Dart Fenner sorridente

 

E che sia un anno luminoso per tutti!

32 commenti:

  1. O mamma! Ma il 2014 ti ha portato ME! Non merita qualcosa x questo, ih ih ih? Auguri di tutto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, ah, ah, Dolcezze, non ti sarai spaventata, eh?
      Ma certo che merita l'averti/vi trovata/e, ci mancherebbe!!!
      Ma non si vive di solo blog, no?

      Elimina
  2. Ahahahahaha!! Già solo il titolo mi aveva fatto sorridere, non ti dico il post... ahahahaha!! Ribadisco che sei una forza... una forza bruta! :P :P :D
    Buon primo giorno del 2015!! Possa Dart Fener essere tenuto alla larga dal Signor Smile!! :D :D :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immagino, Vivy, se già avevi qualche dubbio sulla mia sanità mentale, adesso te lo sei tolto definitivamente!
      Però, detta fra noi, a me Dart Fenner piace e il nero è sempre elegante!!!!
      Ah, ah, ah!!!

      Elimina
    2. Come darti torto... il nero non passa mai di moda! :P ;D
      Ma in fondo... la sanità mentale cos'è? e soprattutto chi mai la decide?!! :D :D :D

      Elimina
  3. Ahah!! Leggo un certo ribrezzo per l'anno appena passato!!! Ma è andato ormai... quindi, da oggi, pensiamo al futuro!! Buon anno cara Federica!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonissimo anno pure a te, Cri!
      Diciamo che non è stato uno dei miei anni migliori, ecco!

      Elimina
  4. Tantissimi auguri per un anno migliore.
    Felice 2015!
    Mary

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che sia migliore per tutti, Mary!
      Auguri di cuore!

      Elimina
  5. Non posso fare altro che approvare e sottoscrivere.
    Anzi, ora cerco pure una marca da bollo che lo rendiamo ufficiale!

    RispondiElimina
  6. sei troppo forte .... già mi pare roseo questo anno appena nato .... incrociamo lle dita per non rimanere delusi per l'ennesima volta .....buon anno .... un abbraccio
    giusi

    RispondiElimina
  7. Sono digiuna dei vari Darth... però direi che fossi il 2015 mi guarderei bene dal farti "incassare"!
    Sei mitica! Un abbraccio affettuoso e che la forza (di essere sempre così vera) sia con te cara Fede!!!
    Baciiii♡♡♡

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu, Fabiola, riesci sempre a cogliere l'essenza del discorso!
      La storia dei Dart è semplice e detta in due parole suona così: Dart Fenner non era sempre stato cattivo, si era incattivito. Diciamo che Darth Sidiuous ci aveva messo del suo in questo.
      Della serie non è che uno si incattivisce, perché non sa come passare il tempo, no?
      Se uno si incattivisce, forse, c'è un perché!
      Meditate, gente, meditate!

      Elimina
  8. Un carissimo augurio per un fruttuoso 2015! Che la forza sia con te! ˆ_ˆ

    RispondiElimina
  9. Un augurio per il nuovo anno... che intanto ti porta una lettrice nuova, fresca fresca. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Fenice, tu sei eroica!!!!
      Mi piombi qui dal nulla, e ci trovi il faccione di Dart Fenner!
      Decidi pure di fermarti!
      WOW!
      Benvenuta nell'armadio!!!

      Elimina
    2. E' che lo abbiamo tutti un Dart Fener dentro! C'è chi lo scopre prima e chi poi, chi ci convive, chi riesce a scacciarlo e chi fa finta che non ci sia, per poi ritrovarselo tra i piedi quando meno se lo aspetta. ;)

      Elimina
    3. Quanta verità nelle tue parole, cara Fenice, quanta verità!

      Elimina
  10. Anch'io sono felice che questo 2014 abbia tolto il disturbo.... confidiamo in quello appena nato.
    Augurissimi dunque! =)
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Danielaaaaaa!!!!!
      Forza e coraggio, lasciamoci alle spalle il 2014 con tutte le sue cose brutte, ricordiamoci solo ciò che di bello c'è stato.
      Ci sarà pur qualcosa, no?

      Elimina
  11. Carpe Diem ;)))))))))))))))))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Lieta, possiamo pure "carpire2 noi, ma se non c'è nulla da "carpire", che facciamo?
      Ah, ah, ah .......... gioioso anno pure a te!!!

      Elimina
  12. Io continuo ad augurare a tutti che il 2015 sia meno sordo del 2014 ;) ... e questo la dice lunga! ;)
    Buon anno mia cara e con le orecchie ben aperte! :D

    RispondiElimina
  13. Risposte
    1. Ah, ah, ah .... 'mo ti spiego .... terra, terra, eh .... significa non fare le cose troppo alla .... 'zzo!
      Citazione troppo colta?
      Buon anno, Carmen! Che la colla sia con te!!!!
      Ah, ah, ah ....

      Elimina
    2. ok, troppo alla ....'zzo lo capisco benissimo :))

      Elimina
  14. Anche per me non è stato uno degli anni migliori ma... non che il 2015 sia iniziato meglio!
    Ma la fiducia è l'ultima a morire!
    La faccia da smile ti dona molto!
    Un abbraccio Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara, Maria, il mio post qui sopra è naturalmente un po' melodrammatico, lo sai che mi piace esagerare e riderci sopra.
      I veri problemi, le vere cose tristi sono ben altro.
      Ho letto del tuo inizio anno, anche se non sono ancora riuscita a commentare, ammesso che ci sia da dire qualcosa.
      Ti mando un abbraccio, cara amica, senza troppe parole!

      Elimina